Jérez de la Frontera, Bodegas Gonzalez Byass

Jerez de la Frontera

Situata nell’entroterra, a 20 km da Sanlúcar, Jerez è la capitale della produzione di sherry e brandy. La parola Jerez deriva dall’arabo Sherish (talvolta scritto Ceret nei testi cristiani) ed è ormai diventata sinonimo della parola inglese “sherry”. 
Ma Jerez non si esaurisce qui: vi si svolge una magnifica celebrazione della Settimana Santa ed è sede in maggio di una feria dedicata a vini e cavalli, la tradizionale Feria del Caballo, animale quasi sacro a Jerez! 

Jérez de la Frontera, Feria del Caballo 2013
Jérez de la Frontera, Feria del Caballo 2013

Jerez è la sede della Fundación Real Escuela Andaluza del Arte Ecuestre ed il suo spettacolo Cómo bailan los Caballos Andaluces, una raffinata danza equestre a suon di musica  e costumi del XVIII secolo, è unico al mondo. Lo spettacolo si svolge normalmente due volte a settimana e merita davvero una visita. È possibile visitare anche le stalle, le gallerie e la sala imbracature.

Jerez de la Frontera, Como bailan los caballos andaluces 2013
Jerez de la Frontera, Como bailan los caballos andaluces 2013

La città risale all’epoca moresca e possiede un affascinante centro storico con bellissime piazze, tra cui l’elegante Plaza de l’Arenal, fiancheggiate da palme.
La fortezza moresca dell’XI secolo, o Alcazaba, è stata parzialmente restaurata. Di particolare interesse è la sua chiesa, di Santa María la Real, dove si possono ancora ammirare alcune caratteristiche della ex moschea come il mihrab.

Di fronte al complesso dell’Alcazaba, la Cattedrale di Jerez fu costruita sulla precedente grande moschea. Costruita quasi del tutto nel XVIII secolo, si rifà al gotico negli archi rampanti e i pinnacoli scolpiti e al Rinascimento. Il campanile è una creazione mudéjar incredibilmente elegante del XV secolo con delicati archi ciechi e una forma slanciata che apparteneva alla chiesa precedente.

Jerez de la Frontera, Catedral
Jerez de la Frontera, Catedral

Oggi la città di Jerez ha un’aria straordinariamente aristocratica con le sue ampie strade, le piazze e le magnifiche file di alberi di jacaranda durante la primavera. 

Nella parte nord della città però c’è un reticolo di stradine che costituiscono la parte più antica della città vecchia, parte della quale è il Barrio di Santiago, ovvero il fulcro della comunità gitana. 

Una delle curiosità di Jerez è che oltre alla popolazione benestante produttrice di sherry, c’è una vasta comunità gitana dove nacque il flamenco, che qui compete con la qualità e la fama del vino.

Cádiz, Flamenco Taberna la Cava

Altre città in Andalucía

Alla scoperta della mia Andalucía

Itinerari in Andalucía

Itinerario Andalusia Base

Itinerario Andalusia – Prima Parte

Il modo migliore per scoprire l’Andalusia è indubbiamente in auto, perché vi permetterà di spostarvi facilmente da un luogo all’altro al vostro ritmo e regalandovi dei panorami indimenticabili tra una tappa e l’altra.

Read More »
andalusia

Il viaggio in Andalusia di Laura e Stefano

Siamo partiti da Bologna per Siviglia dove ci siamo fermati due giorni, sufficienti per visitare la Cattedrale con la Giralda, il barrio Santa Cruz, il Real Alcazar, Plaza de Toros, Plaza d’Espana e altre interessanti zone della città.

Read More »

Le Vostre Testimonianze

Spread the love